sabato 8 ottobre 2016

Serse Cosmi, il taumaturgo dei Trapanesi

Mentre al "Bar dello sport" le voci di un cambio alla guida tecnica del Trapani calcio rumoreggiano, mischiando tra problemi personali e responsabilità tecniche del mister, Serse Cosmi si fa rivedere per la rifinitura in vista della trasferta di Latina. Dove siederà in panchina... o ci urlerà davanti.

Insomma, svaniscono i sogni dei disfattisti e dietrologi trapanesi che non vedranno né Delio Rossi, né Atzori, nè altri passare alla guida del Trapani calcio. Almeno per il momento rimane lui il condottiero.

Le luci della ribalta mediatica nazionale - fatto non comune, alla conferenza stampa c'erano gli inviati di SkySport24 - che hanno investito l'intero ambiente granata a partire dalla società, passando dai giornalisti, fino ad arrivare ai tifosi mostrano un lato "tenero" della città, pronta a schierarsi immediatamente con il suo condottiero. A dispetto delle "solite" ombre mafiose addossate a tutto l'ambiente.

La vicenda di questa settimana riguardante l'auto in fiamme di Cosmi ha dimostrato che il vulcanico perugino per i Trapanesi è qualcosa in più di un allenatore di calcio. 

Probabilmente, è il primo personaggio pubblico nazionale ad avvicinarsi con tanto affetto alla realtà trapanese, pubblicizzandola positivamente grazie al suo enorme impatto mediatico. Almeno nell'ambiente calcistico. Che in Italia è come dire l'80% della popolazione. 

E i Trapanesi di questo gliene sono grati.

Sicuramente, sa il fatto suo. E credo sia giusto assecondare la sua richiesta di evitare ricami o domande sterili e inutili in merito alla vicenda.

Anche se una domanda proprio devo riportarla. Quella più frequente a Trapani in questi ultimi giorni: Ma cu ci l'avìa abbruciari a machina?

Mi auguro che le indagini smentiscano definitivamente ogni dubbio, togliendo di mezzo tutte queste manfrine.

Sperando domenica sera di poter tornare a parlare di una bella vittoria dei granata.

Cu iocoa ioca, sempre forza Trapani!







Reazioni:

0 commenti: