domenica 16 ottobre 2016

Chiù scuru ri mezzannotte un po fari! Stai attento Trapani, è allarme retrocessione!

La coscienza popolare mi ha insegnato a non credere al titolo del mio post... che, proprio per questo, uso per suonare il campanello d'allarme!


Il fatto è che - "amichevolmente parlando" - se lunedì sera perdiamo, invertiamo la rotta verso "sud".  

Ecco, allora, allo stadio lunedì sera, non cantiamo "noi vogliamo questa vittoria". In un momento come quello che vivono i granata di Cosmi, l'ultima cosa da fare è pressare una squadra sull'orlo della crisi di nervi.

Bisogna essere schietti. La squadra dell'anno scorso, quella delle meraviglie, quella che toccò l'Olimpo con un dito e poi non c'arrivò, quella che ha appassionato l'Italia calcistica nella speranza di vedere un altro piccolo "Leicester" stagionale, quella squadra non c'è più. O meglio va ricostruita.



Mi autocito. Alla prima di campionato in occasione di Serie B 2016/17, Novara e Trapani: pareggio dei granata in zona "Cesarini" dicevo:
[...] un pareggio giusto che dichiara carattere e buona organizzazione di gioco. Il tocco di Cosmi è evidentissimo e sebbene cambiata per 6/11 rispetto allo scorso anno, sebbene le assenze dei "gioiellini", la squadra c'è e promette di divertire. Non escudendo eventuali sofferenze!
Da lavorare ce n'è! Manca probabilmente un difensore da affiancare o per sostituire un inossidabile Pagliarulo e un centrocampista - Coronado come mezzala s'adatta, ma reclama spazio dietro le punte - e, comunque, al netto dei pezzi da novanta che son l'ossatura portante per la squadra.
Autocitarsi è forse megalomania, ma tant'è! Sono valutazioni abbastanza comuni tra i tifosi.

Purtroppo per noi, quest'anno stentiamo a vedere il vero Trapani. O almeno ci illudiamo di rivederlo. Speriamo di rivedere il vero Petkovic, il vero Citro, così come il vero Coronado, ora per giunta infortunato. Che torni Scozzarella, che Balasa sia quello visto a Crotone, che Ferretti e De Cenco la buttino dentro.

Insomma, nessun patema, ma parliamoci chiaro l'obiettivo è placare gli animi e mostrare in campo che si può mantenere la categoria.

Dal campo, le classiche "voci" dicono che Cosmi stia rivoluzionando e che si prospetta un cambio modulo. lUI IN CONFERENZA mette le mani avanti e dice un generico "vediamo", consapevole che, sebbene ancora praticamente all'inizio, è già una partita-svolta.

Vedremo. 

Intanto, io mi aspetto - da tifoso e come tanti altri tifosi - una prova superlativa oppure una prova scialba, ma di sicuro i tre punti. Altrimenti...

Altrimenti, non ci pensiamo. Non molliamo. Unico compito: tenerci la serie B!

Cu ioca ioca, forza Trapani!



Reazioni:

0 commenti:

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.