domenica 11 dicembre 2016

Serie B. Virtus Entella - Trapani 2-2: Il Trapani non molla, ma continua a imbrattare il libro della salvezza!

D'impulso, di pancia, appena finita la partita, il tifoso strepita, si agita. Poi - in un tempo variabile da pochi minuti a giorni - si calma, viene la fase dello smaltimento e infine quella dell'ammissione della realtà.

Avviene sempre. E' il ciclo delle emozioni del tifoso, dell'appassionato.

Ecco io ho smaltito solo adesso. E solo ora mi sono rimesso a scrivere.

Vi garantisco che ieri a fine partita l'incipit era diverso, più frontale, diretto, probabilmente contro i singoli che - come la si voglia mettere - hanno sul groppone il risultato di oggi.

Che di 'sti tempi, purtroppo, è molto grave!

Veniamo alla partita.

Fin dai primi secondi di gara si è visto un Trapani diverso, visto quest'anno solo un paio di volte (Benevento e Perugia). Il che per un tifoso fa piacere, ma lascia perplessi (perchè ora si?). 

Aggressività, fraseggi, compattezza, concentrazione, qualche piccolo svarione difensivo (anche se il fuorigioco è stato un sistema implacabile) e - ciliegina sulla torta - il vantaggio col tiro a giro di Coronado al 25'. 

Ottimo primo tempo. 

Poi nella ripresa i granata subiscono il naturale "ritorno di fiamma" dell'Entella e ad un quarto d'ora dalla fine prendono il gol del pareggio ed successivamente anche quello della rimonta ligure. Il dramma.

Al 94', invece, la parola fine sulla partita la mette Citro che conclude un'azione corale dei granata e consegna alla cronaca un pareggio, giusto per quel che si è visto in campo, insoddisfacente per la situazione di classifica della combriccola granata.

Tutto quello che serviva per il nuovo corso di Calori: una bella vittoria in trasferta con prestazione convincente di tutto il gruppo! 

Ops... scusate mi ero dimenticato del momento di Guerrieri. Palla bloccata. Un rimpallo in più - che nemmeno lui sa spiegare perchè l'ha pensato - e l'attaccante avversario sotto ai piedi che insacca. 

Dispiace infierire, ma oggi proprio non si può scusare. Quello che scuso sono i suoi vent'anni e la voglia che, ad ogni partita, malgrado tutto ci mette. Gli errori ci stanno, caro Guido, ma il momento per farli non è questo!

Quel che poi mi fa più inc.....re è che già nel primo tempo aveva fatto una cosa simile, ma in quel caso gli era finita bene. Allora va bene la voglia di fare, ma forse è meglio mettere anche la voglia d'imparare.

Un'altra osservazione. 

Al 30' st (3' prima del gol) Citro si è divorato il 2 a 0... poi, la regola calcistica del "gol sbagliato, gol subìto" è stata confermata. Nell'azione che vi ricordo, anzichè passare sulla sinistra a un liberissimo Barillà, il "Messi di Fisciano" ha provato il gran gol e per poco non gli riusciva. Dna da attaccante, qulacuno dirà. Non colpevolizzo, ma mi chiedo dov'è finito lo spirito di squadra?

E infine un'osservazione sul mister. 

Novanta minuti e oltre passati a incoraggiare e "muovere" i giocatori dalla panchina (quasi a colmare le lacune tattiche che la squadra aveva in campo). In conferenza ha preso il buono da quello che ha visto. La mia speranza è che in settimana metta a bada i nostri "scalmanati" granata.

Vi saluto ragionando sul futuro. 

Non parlo di calciomercato (non ho info, conoscenze e qualifche), ma di matematica. 

Il girone d'andata ha ancora 3 gare, potenziali 9 punti, di cui non ho intenzione di pensare su quanti ne sapremo prendere.

Su quelli del girone di ritorno invece vale la pena fare qualche conto: 21 partite di cui 11 in casa. Un totale di 63 di cui disponibili in casa 33. 

Abbiamo 12 punti. La quota salvezza rimane a 50 punti.

Il resto dei conti e dei ragionamenti lo lascio a voi.

Calori nella prima conferenza stampa ha lasciato intendere di saper contare bene e si è definito un "pazzo" a credere nella salvezza.

Io ho parlato di mission impossible. 

E oggi amaramente confermo. Specie se continuiamo a imbrattare il libro in questo modo. 

Per poter scrivere un libro che parli di salvezza ci vuole molto di più...

Teniamoci la B! Forza Trapani!










Reazioni:

0 commenti: