sabato 26 marzo 2016

Pane e Panelle

Negli ultimi dieci anni lo Street food è diventato un'arte culinaria sempre più pubblicizzata agli occhi del grande pubblico.

Quando stavo a San Pietro a Trapani, noi non sapevamo proprio cosa fosse, ma conoscevamo certamente le panelle, specialmente quelle da za Paolina.

Erano anni diversi del quartiere San Pietro. A partire dall'urbanistica abbastanza diversa dall'attuale: la via XXX Gennaio, allora come oggi, si percorreva nello stesso senso di marcia odierno con la differenza però che superato il Tribunale, la strada era sbarrata da un palazzo vecchio, cadente e disabitato - un po' la condizione di tutto il quartiere - sotto al quale c'era u' sciosco ra za Paolina a panellara...


Non posso e non voglio certo paragonarmi a lei o ai suoi "eredi" che continuano a vendere panelle a Trapani, ma, in ogni caso, quando le faccio io non sono male e quindi la ricetta merita di essere inserita sul mioBlog.

Andiamo con gli ingredienti: 
- 500gr di farina di ceci;
- olio d'oliva;
- 1,5 litro d’acqua;
- sale;
- pepe; 
- prezzemolo.

In una pentola mettete l'acqua (fredda) e cominciate ad amalgamare energicamente la farina di ceci setacciandola. 


Continuando girare con una paletta di legno e sempre nello stesso senso, accendete il fornello a fuoco medio. Da quando il composto comincia ad addensare cuocete per altri 15' circa. Nella preparazione aggiungete anche sale, pepe e prezzemolo.

Attenzione a non creare grumi (io mi aiuto col mixer) e a non fare attaccare il tutto alla pentola. Il composto poi va fatto riposare (ma non in frigo) dentro a una casseruola rettangolare in modo da creare poi delle panelle rettangolari.

Nelle rosticcerie trapanesi vengono serviti anche col ketchup, la maionese o la "salsa rosa"...

Io consiglio di mangiarle nel tipico "bocconcino"  - panino di farina 00 con semi di sesamo sopra -  solo con sale pepe e limone... 


e vire chi mance!!!


Ecco la fotoricetta...



 
 

 


 
 
 
 
 
 





















Reazioni:

1 commenti:

Nando A ha detto...

Io "u paninu panelle e cazzilli" lo mangiavo dalla Palermitana in via Nunzio Nasi. Erano gli anni '60.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.