domenica 4 dicembre 2011

San Michele, aiutaci Tu!

Navigando su Facebook, mi sono imbattuto in una foto singolare e in uno dei suoi commenti ancora meglio, che suona come una didascalia... della foto e dei nostri tempi: Resiste al cemento e all' ignoranza!

Sarà un segno dei tempi. Quando si dice anche le cose hanno un'anima. E stavolta quello che ci dicono è chiaro: non mollate!

La foto si trova sulla pagina TrapaniAntica. Il commento è del Sign. Beppino Tartaro, che per chi è appassionato di Trapani, sue immagini e Processione dei Misteri risulterà sicuramente un nome familiare.

Nessuno ha il diritto di mollare, oggi.

Dagli studenti dello Ximenes, vecchi e nuovi, ai lavoratori dei Cantieri Navali Trapanesi, dai Trapanesi "nostalgici" sparsi per l'Italia a chi continua a fare il proprio mestiere "a una lira" al mese in una città di periferia bella fuori, ma arida dentro. Questo ho provato nel vedere il video sulla manifestazione improvvisata organizzata dagli studenti del Classico di Trapani.
Aridezza dovuta ai tempi. Ma tipica, comunque, di una città e dei suoi cittadini informati e molto meno formati, economisti da bar e mega-consumatori. E mentre ci si divide tra pro e contro Centro Commerciale e nei Consigli Comunali di tutta la Provincia la parola cultura è legata ormai a filo doppio solo o quasi con interessi, si lascia decadere il patrimonio artistico e culturale di una città e del suo popolo. Chi ne vorrà fare un discorso politico è libero di farlo. Lo scopo, almeno il mio, è di continuare a dire di resistere. 

Resistere per cercare di riappropriarci dei nostri valori: Libertà, Rispetto della persona, Giustizia, Cultura.

Per il momento non ci resta che... avere speranza e crederci!Sperando nell'aiutino divino, per chi crede. E che oggi mi sento di chiedere a San Michele, la cui storica chiesa a Trapani - una volta sede dei gruppi sacri della Processione dei Misteri - resiste ancora oggi. 

Un lembo almeno, malgrado bombardamenti e ruspe della modernità.
Reazioni:

0 commenti: