sabato 7 ottobre 2017

Trapani-Reggina, tribolazioni interne passeggere. Obiettivo: vincere!

Avrei voluto titolare questo post così: "l'ora della svolta o la conferma dei problemi?".

Ma sarebbe stata solo una trovata giornalistica-pubblicitaria, che lascio agli pseudo-giornalisti trapanesi (senza offesa per i pochi che lo fanno con perizia). 

E io non sono un giornalista e faccio tutt'altro per vivere. Mi piace scrivere e lo faccio con un blog. Stento a definirmi un blogger. Lo faccio da pochi anni, ma non pochi da capire che con le parole bisogna stare attenti e inseguire la "vana gloria" mediante loro è effimero. 

Capisco quanto per un giornalista possa essere più complicato. Ma ci torno dopo.





Cosa manca quindi a questa squadra? Al Trapani manca il gol!

Quando in una partita crei 10-15 occasioni (subendone solo 1), sbagli un rigore e alla fine negli ultimi 10' la squadra si sente frustrata, manca solo il gol! 

Se il Trapani avesse segnato, avremmo avuto molti meno patemi! E tutti in coro ad esultare!

Non è vero che la squadra non ha gioco. In tutte le partite fatte fino a oggi, il Trapani è sceso in campo determinato e grintoso, ma soprattutto equilibrato e ottimamente organizzato. E' vero che che non lo fa per 90', ma probabilmente nemmeno il Milan di Sacchi!

Le cose sono un po' cambiate con l'arrivo di Evacuo, ottimo giocatore, ma ancora fuori forma e in adattamento. Ma è un centravanti da 12-15 gol a stagione. Bisogna dargli tempo.

Ieri in conferenza, Mister Calori è stato fin troppo educato... ma garbatamente ha puntualizzato due tre cose. In sintesi, "ci vuole cinismo, ma ci stiamo provando".

Probabilmente, ai più superficiali ha dato l'impressione di abbassare il tiro ("Sono ragazzi giovani. Ci sono molti ragazzi abituati a vincere, ma altri no""). Io c'ho letto la difesa di un lavoro meticoloso di costruzione di un gruppo vincente che passa anche dalla cura dei singoli. Magari anche dalla difesa maldestra di un ragazzo che ha sbagliato un rigore.
Indecente, secondo me, l'atteggiamento dei giornalisti in sala stampa, che zittiti dallo sfogo garbato di Mister Calori ("io sono rimasto per tentare di vincere il Campionato" ... "le altre vincono 1 a 0 e sembrano vincano per 7 a 0"), ribattevano con argomentazioni puerili ("le da fastidio la convocazione di Minelli in Nazionale", mah!) e sterili ("è inamissibile - addirittura, ndr - il cucchiaio di Murano").

Tutto ciò non serve ad approfondire o a fare informazione, ma ad innervosire l'ambiente. Proprio nel momento in cui, invece, dovrebbe farsi il contrario.

I soliti a salvarsi per stile e argomentazione (i vari Tartamella, Cassisa, Cammarasana, Spanò quando ci va) sono quasi sempre poco incisivi nel taglio delle domande e i loro interventi sembrano essere sempre "in linea". Quasi fosse un problema criticare o chiedere, per l'appunto, indiscrezioni, che però magicamente vengono poi riportate sui giornali o nei servizi TV. Niente di male, fa parte in qualche modo del loro lavoro.

L'unico che pare un po' fuori dal coro è Francesco Francioso che, al contrario, interviene criticamente e a volte anche punzecchia ("Mister, mi aspettavo la sostituzione di Muraro, ma non l'ha più fatta perché ha sbagliato il rigore. Ha messo dentro un centrocampista, Girasole. Ha fatto quello per l'ha fatto entrare?"). Sarà un caso è trapanese d'adozione!

Ora, né io né la maggior parte dei tifosi trapanesi cercano lo stile di Indro Montanelli o Gianni Brera. Ma un po' più di curiosità e meno polemica, probabilmente si!

Le lagne da "bar dello sport" potrebbe essere bello vederle in una trasmissione televisiva che lasciasse libero sfogo (nei limiti) ai tifosi, magari con diretta facebook e possibilità di dialogo critico. Alla Crisicitiello per capirci. 

L'ambiente chiede a gran voce il salto di categoria. Ma prima credo sia necessario farlo come mentalità e poi, se possibile e me lo auguro, in campo. 

Altrimenti, magari in B ci torniamo, ma da trapanesi di vecchio stampo, saremo capaci di distruggere un giocattolo sul nascere. 

Godiamoci una squadra da vertice in un Campionato difficile e dignitoso.

Io me lo faccio bastare. Forza Trapani sempre!


#votapertrapani nel contest di Eurowings per scegliere il nostro aeroporto come nuova tratta della compagnia tedesca di proprietà Lufthansa. 
http://www.vote-and-fly.com/




Reazioni:

0 commenti:

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.